X

Guide Elettrodomestici, Come usare correttamente i tuoi elettrodomestici

Scopri come utilizzare al meglio i tuoi elettrodomestici per consentire loro una vita duratura.


Aspirapolvere e Scopa Elettrica

Per un miglior utilizzo del vostro aspirapolvere si consiglia una maggior attenzione sulla sostituzione del sacchetto , evitate di sostituirlo quando è stracolmo di polvere, sostituirlo quando è poco più superiore della sua dimensione.
Se nel vostro apparecchio esiste un filtro hepa, sostituirlo ogni 6 mesi o secondo i consigli scritti su libretto di istruzione della casa produttrice.
Attenzione a non aspirare polvere di muro o cenere, questo tipo di polvere sottile non viene trattenuta dal sacchetto e finisce direttamente nel motore danneggiandolo.
Per tutti gli apparecchi con avvolgicavo: svolgere il cavo delicatamente e durante l’uso controllare sempre che il cavo sia a misura d’uso, questo per evitare strappi al cavo causandone la sua interruzione.
Riavvolgete sempre il cavo accompagnandolo con la mano, non lasciate mai il cavo libero eviterete che il cavo si annodi all’interno del vostro aspirapolvere.


Scope Elettriche

Per le scope elettriche cercate di non lasciare l’apparecchio acceso per lungo tempo (ad esempio pulire stanza da letto, bagno, sala da pranzo contemporaneamente), questi apparecchi hanno il motore inserito molto vicino alle plastiche che lo racchiudono e tendono a surriscaldarsi. Fate una stanza alla volta lasciando spento l’apparecchio 5 min prima dell’uso successivo.


Aspirapolvere e Scopa Elettrica senza sacco

Valgono le stesse precauzioni scritte in precedenza, fatta eccezione che, tutte le volte che si usa l’apparecchio, si deve pulire il contenitore delle polveri e il filtro epha.


Cappe Aspiranti

Dove previsto il filtro a carboni attivi, sostituirlo ogni 6 mesi.
Controllare eventuali filtri odori e all’occorrenza sostituirli (in media 1 volta all’anno)


Ferri da Stiro

Tutti i ferri da stiro di ultima generazione sono idonei per l’uso dell’acqua di rubinetto, in caso di acqua particolarmente dura o ferruginosa si consiglia l’utilizzo di caraffe demineralizzanti o filtranti.
Sconsigliamo l’utilizzo di additivi profumati e anticalcari da aggiungere all’acqua. Questi prodotti danneggiano la camera vapore del vostro ferro rendendolo inutilizzabile. Si manifestano difetti come perdita acqua marrone o nera, in altri casi perdite interne d’acqua facendo scattare il vostro salvavita di casa.
Riempite sempre il serbatoio del vostro ferro con la spina rete disinserita.
Il Termostato di regolazione della temperatura deve essere posizionato a seconda dei capi nella temperatura desiderata, ricordatevi che alle medie e basse temperature il ferro non vaporizza correttamente e potrebbe darvi perdite d’acqua durante lo stiro. Questo è dato dalla temperatura che è inferiore ai 90° – ricordiamo che la vaporizzazione si raggiunge a una temperatura di circa 100°. Dopo l’utilizzo riporlo con piastra fredda e serbatoio d’acqua vuoto e con lo spillo di regolazione uscita vapore in posizione di vapore chiuso.


Ferro a Caldaia o Sistemi stiranti

Come per il ferro anche per i Ferri a Caldaia si può usare l’acqua del rubinetto. Molti produttori utilizzano caldaie in acciaio, ricordiamo che il calcare non aggredisce questo materiale, ma è opportuno eseguire dei lavaggi semplicemente con acqua dopo circa 5 – 6 volte che si usa. Questo per evitare che le incrostazioni di calcare all’interno della caldaia entrino in circolo rischiando di compromettere il buon funzionamento del vostro apparecchio. I difetti che si manifestano sono erogazione continuo di vapore oppure nessun tipo di erogazione, in alcuni casi capitata la rottura del pressostato (ricambio che mantiene la pressione costante nella vostra caldaia). Alcune case costruttrici distribuiscono per le loro caldaie prodotti anticalcare, consigliamo di leggere attentamente le istruzioni riportate nel libretto per il modo d’uso e di utilizzarli esclusivamente per i loro prodotti.
Oltre alla caldaia oggi vengono venduti sistemi stiranti a carico continuo, come funzionano?
Il funzionamento è molto semplice, il prodotto è composto da un contenitore d’acqua, una caldaia, una pompa, sonda e circuito elettronico.
Quando la caldaia (interna alla macchina ) sta per rimanere senza acqua si innalza la sua temperatura, questa temperatura viene rilevata e in modo automatico la pompa pesca acqua dal contenitore portandola verso la caldaia stessa. In teoria una persona accertandosi sempre di mantenere l’acqua nel contenitore, potrebbe stirare per 24 ore e più di continuo. Per la sua manutenzione è importante eseguire i lavaggi interni alla caldaia ove è presente il suo tappo di ispezione.


Generatori di vapore

A differenza dei sistemi stiranti il generatore di vapore non ha caldaia ma uno scambiatore di calore che vaporizza istantaneamente l’acqua mandatagli dalla pompa.
Di norma sono prodotti economici e non necessitano di manutenzione ma non consigliabili a persone che stirano molto.


Frigoriferi e Congelatori

Collocare l’apparecchio lontano da fonti di calore, posizionarlo in posti aerati avendo cura di lasciare almeno 10 cm di spazio tra la parete e in retro del vostro Frigo/Congelatore. Il termostato della temperatura non deve mai essere posizionato sulla temperatura massima, per evitare danni al compressore e soprattutto con temperature ambientali alte, cercate sempre di mantenere la regolazione della temperatura sui +4°.
Mantenere pulito il canale di scarico condensa con l’apposito spazzolino in dotazione con il vostro apparecchio, questo per evitare perdite d’acqua.
Se nel vostro freezer le pareti di ghiaccio sono molto spesse, se ne consiglia lo sbrinamento. Ci raccomandiamo di non usare attrezzi appuntiti per togliere il ghiaccio per evitare di bucare le pareti con la conseguente uscita di gas dal vostro apparecchio. Si possono usare spray de-ghiaccianti in vendita anche presso il nostro punto vendita.


Lavastoviglie

L’uso del sale è molto importante e non tutti i Sali sono idonei. Se notate che i vostri bicchieri sono opachi, non date la colpa al brillantante ma al sale. Non lasciate mai il vostro apparecchio senza di esso, eviterete danni alle tubature. Anche in questo caso come per la Lavatrice ogni 6 mesi si consiglia la pulizia con prodotti specifici.
Mantenete pulito il filtro di scarico, ogni giorno smontatelo e lavatelo togliendo le eventuali impurità che vi si sono fermate.


Lavatrici

Pulire frequentemente (almeno ogni 3 – 4 bucati ) il filtro della vostra lavatrice, evitate in questo modo spiacevoli perdite d’acqua e rotture della pompa di scarico.
Non caricate in modo eccessivo la biancheria all’interno del cestello, se la vostra lavatrice è da 5kg rispettatene il peso, eviterete rotture alla cinghia, all’ammortizzatore o ai cuscinetti del vostro cestello.
Tutti i produttori consigliano temperature di lavaggio di 40° per i colorati e 60° per i capi bianchi, riducendo notevolmente i consumi della vostra lavatrice.
Almeno ogni 6 mesi è consigliabile pulire la vostra lavatrice con prodotti Igienizzanti e Anticalcare, per salvaguardare le tubazioni di carico e scarico e per evitare odori sgradevoli. Prodotti che potete trovare anche presso il nostro punto vendita.


Macchine per il caffè

Esistono oggi diversi modelli di macchine : singola , automatica , a capsula e a cialda;di seguito troverete il miglior consigli a seconda della vostra tipologia

Singola

Sono tutte quelle macchine con portafiltro a caffè in polvere.
Per la sua manutenzione è consigliabile pulire il suo sottocoppa con una spugna umida e lavare i filtri di erogazione. Non lasciate il porta filtro inserito sulla macchina se non utilizzata. Pulire la doccetta di erogazione una volta al mese. Decalcificare la macchina ogni 6 mesi, in alternativa usare acqua oligominerale o filtrata da caraffe per uso alimentare. Non lasciare la macchina accesa se non utilizzata.

Automatica

Sono tutte quelle macchine che usano caffè in grani, macinano il caffè e lo erogano automaticamente espellendo la cialda nel suo contenitore. Per la sua manutenzione è consigliabile pulire il gruppo di erogazione costantemente, decalcificare regolarmente ogni 3 mesi. Anche in questo caso si può utilizzare acqua oligominerale o filtrata da caraffe per uso alimentare.
Nella versione con contenitore in polvere esistono pastiglie per la pulizia da utilizzare 1 volta al mese. Per l’utilizzo del caffè si consigliano miscele miste che danno un rendimento migliore.
Molti di questi modelli hanno inserito il risparmio energetico è quindi possibile lasciare la macchina accesa anche se non utilizzata.

Macchina a capsula

Esistono diversi tipi di macchine e diversi tipi di capsule, ogni produttore ha costruito la propria e utilizza capsule diverse dalle altre. Non hanno particolari indicazioni di manutenzione se non la decalcificazione, l’acquisto delle sue capsule è legata al produttore e non è intercambiabile con altri tipi o modelli di altri costruttori.

Macchina a cialde

Si differenzia dalla versione a capsula semplicemente per l’utilizzo delle cialde che si trovano comunemente nei negozi, hanno lo stesso tipo di manutenzione ma, non sono facili da trovare. Infatti sono pochi i costruttori che hanno lasciato questo tipo di macchina in commercio.

Nostri Servizi

» Rowenta

» Moulinex

» Krups

» Bosch

» Tefal

» Vortice

» Siemens

» Estrattore di Succo Hurom

» Trisa Electronics

Necessiti di Assistenza?

Contattaci subito, ti richiameremo al più presto!

  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa